Posts Tagged 'limerick'



Ancora (vecchi) limerick

Ancora reperti di un altro tempo: due limerick internazionali, uno ispirato alle carovane del sale, l’altro al mito del subcomandante Marcos.

Un vecchio beduino del Tibesti
interpellando un tuareg disse: “Avresti
per caso un po’ di sale?”
Quello lo guardò male
e il vecchio se ne andò, a passi lesti.

Un tale che voleva andare in Chiapas
chiese la strada a un ingegner dell’Anas.
Quello disse: “È in campagna;
ce l’hai il passamontagna?
e poi per chi mi hai preso? per i Cobas?”

Limerick della corruzione e della prescrizione

Fu a Milano che a un losco imprenditore,
processato per corruttivo ardore,
riuscì un grande prodigio,
un gioco di prestigio:
c’era il corrotto senza il corruttore.

Limerick della neve a Roma

Una ragazza che viveva a Roma
aveva la poesia nel cromosoma:
“Oh, questa vita è lieve
come un fiocco di neve!”
Cadde, e si procurò un grosso ematoma.

Limerick di Natale

Una donna in un luogo un po’ virtuale
e un po’ reale, volle per Natale
augurare agli amici
tanti giorni felici,
pensando che ogni scusa in fondo vale.

Limerick per il compleanno di Claudio Mercandino

Oggi è il compleanno di Claudio Mercandino, amico e compagno di giochi di parole. Questi sono i miei auguri per lui

Un mite giornalista di Torino
un giorno delirò: “Sono uno e trino!”
In realtà la sua festa
si celebrava, mesta,
poco prima di quella del Bambino.

Limerick augurale per Max Manfredi

Oggi è il compleanno di Max Manfredi, autore di canzoni ma anche di bellissimi limerick, come già si è detto qui.
Max Manfredi è genovese, e Genova è la città destinata a non comparire mai (come Genova) in un limerick.
Ad ogni modo, questo è un mio regalo piccolo per Max.

Un musico poeta in quel di Zena
compose una struggente cantilena:
cantava dei suoi anni
trascorsi senza affanni
sulle ali di una piccola falena.

Leopolda: un limerick

Alessandro Baricco ha partecipato al convegno organizzato dal sindaco di Firenze Matteo Renzi (il rottamatore) alla stazione Leopolda della città. Il video del discorso è reperibile un po’ ovunque; a me è piaciuto molto ciò che ne ha raccontato un altro scrittore, Paolo Nori.
In tutto questo, il mio limerick non ha nessun senso.

Uno scrittore, alla stazion Leopolda,
sembrava un capitano sulla tolda:
«Stavolta non sbagliamo!»
incitò, «e rotta amiamo!»
quello scrittore alla stazion Leopolda.

Altri (vecchi) limerick

Una torrida estate, a Gesualdo,
tutti ansimavano “Gesù, che caldo!”
Tutti, tranne un tedesco
che si godeva il fresco
disteso sotto l’ombra di un bel cardo.

Un tipo numismatico a Varese
corteggiò una ragazza per un mese:
“Bella più d’un marengo,
nel mio cuore ti tengo
come un doblone, un tallero, un tornese”.

(Ritrovo vecchie cose, scartabellando qua e là, che neanche ricordavo più di aver scritto. Un blog può servire anche a questo.)

Due limerick estivi e uno di inizio settembre

Un giovane turista in quel d’Ajaccio,
tra un bagno e l’altro, un bacio ed un abbraccio
e altre cose platoniche,
subì napoleoniche
celebrazioni. E mormorò: “Soggiaccio”.

Un giovanotto ch’era in ferie a Cervia
cercava ansioso una salita impervia:
“Vorrei stare in montagna,
che ci faccio in Romagna?”
Però non era mosso da protervia.

Un poeta mediocre in quel di Cori
dei classici imitava versi e ardori.
Un giorno, incontenibile,
volle osar l’impossibile:
“Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori…”

Il primo è per il Many, il secondo per Prudencio Indurain, due amici di social network.


Informativa sui cookie

Questo blog potrebbe utilizzare cookie di terze parti di cui l’autrice non è responsabile.
Per maggiori informazioni sulla gestione dei cookie e per conoscere la procedura per disattivarli, vai alla pagina Privacy e cookie.
Continuando a navigare e cliccando sui link all'interno del blog, si presta il consenso all'uso dei cookie.

Pubblicità su questo blog

Ho scoperto che sulle pagine di questo blog potrebbero apparire messaggi pubblicitari, che io non vedo ma i lettori del blog sì. Non sono io ad aver scelto di ospitare pubblicità, e nessuno mi paga per questa ospitalità. Pare, anzi, che gli spot pubblicitari siano il prezzo da pagare a WordPress per poter tenere un blog gratuito.

Blog Stats

  • 105.292 hits

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Unisciti ad altri 622 follower

Mail

alessandra.celano chiocciola gmail.com
Licenza Creative Commons
Piove sul bugnato by Alessandra Celano is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at piovesulbugnato.wordpress.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at piovesulbugnato.wordpress.com.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti linkati.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti ad altri 622 follower


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: