Posts Tagged 'anagrammi'

Luoghi a(nagram)mati: a Capo Sounion

http://www.athensattica.gr/it/you-are-here-3/what-to-see/neighborhoods/item/9440-cape-sounion

L’immagine viene da qui

Quell’anno fu veramente cupo – come l’anagramma ha puntualmente svelato – ma rischiarato da un viaggio in Grecia (viaggio di istruzione, come si direbbe oggi – gita scolastica, come dicevamo allora), il cui ricordo più intenso è legato a Capo Sounion, il promontorio all’estremità meridionale dell’Attica dal quale si tuffò, per annegare, Egeo. Suo figlio Teseo, partito per Creta, gli aveva promesso che, se avesse sconfitto il Minotauro, al suo ritorno verso Atene avrebbe issato vele bianche, ma se ne dimenticò: Egeo, scrutando il mare da Capo Sounion, vide avvicinarsi vele nere e, convinto che Teseo fosse morto, si uccise annegando nel mare che avrebbe preso il suo nome.
Nel mio ricordo, dei resti dei templi dedicati a Poseidone e ad Atena c’era solo una colonna bianchissima contro l’azzurro di cielo e mare nella primavera inoltrata. Una sola colonna o forse due, ma sicuramente quella sulla quale è incisa la firma di Lord Byron (che fosse autentica non ci ho creduto nemmeno allora). L’incanto del momento mi fa ricordare quella colonna come se fosse stata ionica, elegantissima e snella, e non dorica come, invece, è. Ricordo Capo Sounion come un’oasi, come un respiro di bellezza in un tempo vissuto in apnea.

A Capo Sounion
posano nuca, io
poso una icona.
Apnoica, oso un
suono, opaca in
anno cupo. Oasi.

(ogni verso è l’anagramma di a Capo Sounion)

Un anagramma per Ettore Scola

La Repubblica, 21 gennaio 2016

Piccolo omaggio anagrammatico per Pietro Ingrao

27 settembre 2015

Arringo poeti:
potei ignorar
Pietro Ingrao?
Ripiange orto,
pregano i tori.
Porti geranio,
porti ragione
per noi, grati, o
Pietro Ingrao.

Anagrammi della depressione

Sedi persone
e rendi spose
sorde, e spine
nere di spose,
spine ed eros
dosi. Né, perse,
esse perdoni.

Dèi spensero
sensi, e perdo,
e perdo nessi.
E so Serendip
esser pendìo.

Anagrammi per Charlie Hebdo e una poesia di Aldo Nove

Charlie Hebdo
dal “boh” che eri,
oh, ledi brache.
Ah che bel! Rido.

Dopo aver tentato un minuscolo tributo con questo gioco anagrammatico, mi sono imbattuta in una bella poesia di Aldo Nove, che mi è sembrata perfetta (anche) per provare a riassumere cosa sta succedendo in questi giorni furibondi. Si intitola Lo spazio e si trova in Addio mio Novecento, a pagina 54:

Abbiamo tutti un tremendo
bisogno di parlare ovvero scrivere
che non sappiamo più di cosa parlare
né di cosa scrivere ovunque
e senza sosta perché il silenzio
è lo spazio bianco in cui cade residuo
il senso in eccesso ma tanto,
ma troppo presente ed ovunque.

Quello che rimane del mondo
è prosa che brucia enunciando
la propria sintassi
soltanto o neanche.

È questo normale spavento.

Anagrammi della vigilia di Natale

Molto nonsense e molte suggestioni da social network.
Buone feste!

Le dita, agili navi,
digitavan lai. «Lei
è villana! » digitai.
La valigia, te, nidi
adagiati in ville.
Là, dai vini gelati,
vani etili. Algida
agii. Lenta, livida.
Nella via, digitai:
«Via di là, lagni! Ite!»

(ogni verso è l’anagramma di Vigilia di Natale)

Anagrammi in memoria di Stefano Cucchi

All’indomani della sentenza di appello del processo Cucchi, una delle pagine più tristi e vergognose della nostra Storia, questi anagrammi vorrebbero essere un tributo alla memoria di Stefano.

Stefano Cucchi, ieri
fa echi in “t’uccisero”.

Stefano Cucchi, ieri
e finora: chi t’uccise?

Anagrammi ungarettiani

Ho anagrammato due celebri poesie di Giuseppe Ungaretti. Spero che il risultato non sia troppo irriverente.

1.
Luminol,
dimmi:
son me?

M’illumino
d’immenso

2.
Gelo, bagni
uomini soli.
Scalda
future stele.

Sole mogio
balugina
stella furente
seduci.

Si sta come
d’autunno
sugli alberi
le foglie

Un anagramma in festa

Questo blog è nato il 2 giugno di tre anni fa.
Un anagramma autoreferenziale lo festeggia, rimarcando lo stupore suscitato dalla nascita dell’ennesimo blog, di cui nessuno sentiva la necessità.

Piove sul bugnato = Ué! Blog vano stupì.

Ne approfitto per ringraziare tantissimo i lettori abituali e i lettori occasionali, i commentatori, gli iscritti, gli incoraggiatori, gli spingitori (è sempre un piacere citare Corrado Guzzanti).

 


Informativa sui cookie

Questo blog potrebbe utilizzare cookie di terze parti di cui l’autrice non è responsabile.
Per maggiori informazioni sulla gestione dei cookie e per conoscere la procedura per disattivarli, vai alla pagina Privacy e cookie.
Continuando a navigare e cliccando sui link all'interno del blog, si presta il consenso all'uso dei cookie.

Pubblicità su questo blog

Ho scoperto che sulle pagine di questo blog potrebbero apparire messaggi pubblicitari, che io non vedo ma i lettori del blog sì. Non sono io ad aver scelto di ospitare pubblicità, e nessuno mi paga per questa ospitalità. Pare, anzi, che gli spot pubblicitari siano il prezzo da pagare a WordPress per poter tenere un blog gratuito.

Blog Stats

  • 65,957 hits

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 638 follower

Mail

alessandra.celano chiocciola gmail.com
Licenza Creative Commons
Piove sul bugnato by Alessandra Celano is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at piovesulbugnato.wordpress.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at piovesulbugnato.wordpress.com.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti linkati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: