Una parodia leopardiana di Claudio Mercandino

A un anno dall’elezione dell’attuale Presidente della Repubblica, ho rievocato su un social network gli endecasillabi di una domenica, ai quali era seguita, grazie ai tanti commenti e interventi dei lettori, la settimana di passione endecasillaba. L’amico Claudio Mercandino ha risposto con questa bella parodia:

O grazïosa amica, io mi rammento
che, or volge l’anno, verso questo Colle
io prendea pien d’angoscia ad imprecare:
e tu poetavi allor sul Quirinale
siccome or fai, che tutto qui ricordi.
Ma nebuloso e tremulo di rabbia
che mi sorgea dal petto, alle mie luci
il tuo verso apparia, che travagliosa
politica era: ed è, né cangia stile,
or che Matteo s’impose. E pur mi giova
la ricordanza, e il noverar l’etate
del mio ululare. Oh come grato occorre
in lizza elettoral, quando ancor lungo
la speme e breve ha la memoria il corso,
il rimembrar delle passate cose,
ancor che triste, e che il dispetto duri!

(il canto originale, qui)

Cuciverba dal 19 aprile – Il senno inservibile

Un altro cuciverba, dal cruciverba di Stefano Bartezzaghi di oggi su Lessico e Nuvole:

Il senno inservibile:
può esserlo una bocca
che si vede a occhi chiusi,
un orologio animato
pieno di rigonfiamenti,
il dio col flauto.
Apre un’ipotesi,
risponde affermando.
Si trova su una palma
in quella direzione,
all’opposto dello zenit.

20 orizz., 29 orizz., 46 orizz., 15 orizz., 26 vert., 24 orizz., 38 vert., 53 orizz., 33 vert., 51 vert., 11 vert.

Giochiamo al gioco dell’ovo

Antonella Sbrilli, che cura la rubrica Diteci di oggi di pagina99 (di cui si è già parlato qui) e che ringrazio, mi ha coinvolta nell’ideazione del prossimo gioco.

Si tratta del gioco dell’ovo, ispirato da una poesia di Guido Gozzano:

Pasqua

A festoni la grigia parietaria
come una bimba gracile s’affaccia
ai muri della casa centenaria.

Il ciel di pioggia è tutto una minaccia
sul bosco triste, ché lo intrica il rovo
spietatamente, con tenaci braccia.

Quand’ecco dai pollai sereno e nuovo
il richiamo di Pasqua empie la terra
con l’antica pia favola dell’ovo.

L’invito è a comporre almeno una terzina, in endecasillabi e rima ABA, che contenga la parola “ovo”, preferibilmente nel primo verso.
I miei esempi sono questi:

Conosco un’altra favola dell’ovo
e di Colombo che lo mise in piedi
dopo il suo viaggio verso il Mondo Nuovo.

Ci racconta dell’ovo un’altra favola
Piero della Francesca, che lì a Brera
ci incanta ancora con quella sua tavola.

E molto altro si può dir dell’ovo
con rime alterne, metro rigoroso
e con un’aria da dolce Stil Novo.

Si partecipa fino a lunedì 14 aprile inviando i testi all’indirizzo giochi@pagina99.it o seguendo su Twitter l’hashtag #ovo. Sabato, poi, nel giornale in edicola (pagina99we), troverete una scelta dei contributi arrivati e un commento.

Cuciverba dal 5 aprile

Due cuciverba, dal cruciverba di Stefano Bartezzaghi del 5 aprile 2014 su Lessico e Nuvole:

1.
Il dio più allegro
ci mette molta pressione,
impone di sgombrare l’incrocio.
Incomincia l’azione:
è bello farlo nel mare.

27, 32, 30, 12 e 10 vert.

*

2.
I limiti del sapere
finiscono nelle piazze
in mezzo alla foto.

48, 9 e 37 vert.

 

Cuciverba

Dai maestri dell’Oulipo e dell’Oplepo e dai loro esercizi di letteratura potenziale, coi quali ho giocato più volte, ho imparato come la poesia si possa annidare – e quindi scovare – ovunque.
Stavolta ho provato a cucire tra loro alcune definizioni dei cruciverba che Stefano Bartezzaghi pubblica su
Lessico e Nuvole il sabato, e ne ho ricavato brevi componimenti in versi liberi, che per il momento ho pensato di chiamare cuciverba.

Dallo schema dell’8 marzo 2014:

Il primo giardino,
la prima donna,
il dio della passione:
l’inizio dell’enigma.

1 vert., 1 orizz., 50 orizz., 50 vert.

*
Dallo schema del 15 marzo 2014:

1.
Un antico grido:
antichi cantori
(vengono prima dei CD),
filtri del corpo,
danno voce alla gente.

32 orizz., 25 orizz., 1 orizz., 23 vert., 27 vert.

2.
Incomincia nel week end
una storia complessa e losca
oramai passata.

22 orizz., 45 orizz., 47 orizz.

*
Dallo schema del 22 marzo 2014:

Il cuore in mano,
quello che parla,
ha studiato altri tagli:
mezzo verso
si spera sia migliore.

34 orizz., 3 vert., 23 orizz., 16 vert., 27 vert.

Tre sciare

 

Altre sciare, o sciarade-haiku. Le soluzioni sono in fondo, come sempre.

1.
Ho memoria di sola lettura
di un tempo lontanissimo
pieno di passione.

 
2.
Ho imparato
di una strofa
il nutrimento.

 
3.
In certi luoghi
una culla
è un’assenza.

.
.
.
.
.
.
.
.
.

1. ROM, antico, romantico (con spostamento di accento)
2. so, stanza, sostanza
3. là, cuna, lacuna

 

Primavera e quindi ozio

Ridivamperà equinozio
e qui poi danzerà. Vi miro,
pievi. Ormai qui danzerò
e qui miro depravazioni
e qui deprivazioni: Roma,
primavera e quindi ozio.

 

(ogni verso è l’anagramma di equinozio di primavera)

Sciare dell’amore falso

Una minuscola raccolta di sciare, tra le quali anche la sciara sola di qualche giorno fa.
Le soluzioni, come al solito, sono in fondo.

1.
Dice che l’adora
ma è un intreccio stretto
e senza dolcezza.

2.
Dice che l’adora
come una Ninfa
come una scimmia.

3.
Dice che l’adora
ma con un calcio
l’ha stesa.

4.
Dice che l’adora.
Poi, la sabbia
intrisa di rosso.

.
.
.
.
.
.
.
.
.

1. ama, rezza, amarezza
2. ama, driade, amadriade
3. ama, Ca, amaca
4. ama, rena, amarena

IDI di marzo

Per la rubrica Diteci di oggi del numero di Pagina99 oggi in edicola, Antonella Sbrilli ha proposto “un gioco su una data centrale. Il 15 infatti è il centro del mese, ed è una data particolarmente amata dagli scrittori. [...] L’invito è a scrivere un testo non più lungo di 800 battute circa, tenendo la data del 15 marzo come centro della storia e della pagina, equidistante (più o meno) dal principio e dalla conclusione.”
Questo è un mio breve componimento sul tema, dal titolo IDI di marzo (per una dermatite):

Per una dermatite
(madre Teti*)
ero all’IDI.
Quindici marzo,
le idi di marzo.
Era marzo
ero all’IDI.

 

 * Teti, ninfa del mare e madre di Achille, aveva il dono della metamorfosi. La dermatite (anagramma: madre Teti) questo dono lo può dare.

 


Pubblicità su questo blog

Ho scoperto che sulle pagine di questo blog potrebbero apparire messaggi pubblicitari, che io non vedo ma i lettori del blog sì. Non sono io ad aver scelto di ospitare pubblicità, e nessuno mi paga per questa ospitalità. Pare, anzi, che gli spot pubblicitari siano il prezzo da pagare a WordPress per poter tenere un blog gratuito.

Blog Stats

  • 35,576 hits

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Unisciti agli altri 643 follower

Mail

alessandra.celano chiocciola gmail.com
Licenza Creative Commons
Piove sul bugnato by Alessandra Celano is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at piovesulbugnato.wordpress.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at piovesulbugnato.wordpress.com.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti linkati.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 643 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: